L’OLIO D’OLIVA È SEMPRE LA SCELTA PIÙ SICURA?

L'olio d'oliva viene utilizzato a tavola la maggior parte delle volte che si vuole condire il proprio piatto e spesso anche per cucinare, ma siamo sicuri che sia sempre la soluzione migliore?

Prima di affrontare questo discorso dovete sapere che i grassi presenti nella maggior parte degli oli vegetali sono costituiti prevalentemente da grassi insaturi e poli insaturi, quindi appartenenti alla categoria dei "grassi buoni", ovvero quei composti che, se usati comunque con discrezione, non andranno a gravare sull'apparato circolatorio. Quando si sottopone un composto grasso (prevalentemente grassi poli insaturi) ad un'alta temperatura, (cottura), si vanno a creare dei grassi chiamati "trans" (anche altre molecole tossiche), i quali sono altamente nocivi per il nostro corpo.

Da quelli che ho appena scritto è possibile capire che, nonostante l'olio d'oliva sia un composto ricco di grassi buoni e Vit E, se usato in cottura si potrebbero formare alcuni grassi trans, derivanti da quella quantità di grassi poli insaturi presente, a differenza del burro invece, il quale nonostante presenta per la maggior parte solamente grassi saturi.

La margarina per esempio, è da evitare in quanto presenta molti grassi insaturi e comunque già di suo ha una notevole quantità di grassi trans.

Alcuni grassi che sarebbe meglio non usare / limitare in cottura:

- Margarina

- Olio d'arachidi

- Olio di semi di girasole

- Olio di semi di mais

- Olio di palma

- Olio d'oliva (generico)

Alcuni grassi da poter usare in cottura:

- Olio di cocco

- Burro / burro chiarificato

- Olio extravergine d'oliva

Ricordo che utilizzando dei composti oleosi in cottura si andrà comunque ad ingerire grammi di grassi, i quali devono essere limitati o comunque consumati con logica!

Con questo articolo non si vuole far passare il messaggio che i grassi saturi siano meglio dei grassi insaturi, bisogna ricordarsi però che utilizzando grassi insaturi (prevalentemente poli), in cottura si andranno a formare quelli "trans", molto nocivi!

Ad ogni modo se si hanno dei dubbi è sempre possibile controllare il punto di fusione, in modo tale da capire se il tipo di olio che si vorrebbe usare potrebbe andar bene o meno per la cottura!

21 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Con il termine ritenzione idrica si indica la trattenuta di liquidi da parte del nostro corpo, i quali non vengono rimossi nel modo corretto. Tantissime persone ne soffrono, chi più e chi meno ma sopr

Premessa: In questo articolo mi rivolgerò a persona sane, quindi in assenza di qualsiasi patologia. Quante volte a settimana sentite le persone dire che stanno facendo la "dieta" per dimagrire? Oppure

Mai sentito parlare di metabolismo lento? Io sì, tutti i giorni, ma devo dirti che prima di dire che si "soffre" di questa problematica e quindi non si riesce a dimagrire, devo comunicarti che spesso