Uova: quante mangiarne?

Fin da sempre le uova rappresentano un alimento al centro di moltissime discussioni, da chi raccomanda di non superare le due uova a settimana, a chi dice che si possono benissimo mangiare tutti i giorni, persino due o 3 uova al giorno.


Prima di trarre conclusioni è bene specificare l'apporto nutritivo delle stesse:


I minerali contenuti nelle uova sono numerosi, tra i quali troviamo il fosforo, lo zinco, il potassio, il calcio, il magnesio, il ferro e il sodio.


Considerando il complesso vitaminico è bene ricordare che tra l'albume e il tuorlo le uova comprendono tutto il complesso della Vitamina B, la D e la A.

Nello specifico:

Albume: B1, B2, B3, B5, B6, B8, B9

Tuorlo (parte rossa): A, B1, B2, B3, B5, B6, B8, B9, B12, D.


Valori Nutrizionali di un uovo medio (50g, considerando la parte edibile, senza guscio):

64 kcal; 6.2g proteine; 4.4g di grassi, di cui 1.8g di grassi saturi; circa 0g di carboidrati; 185mg di colesterolo.


E' bene ricordare che le uova sono uno degli alimenti presenti in natura con il più alto valore biologico delle proteine che le compongono (nell'albume), infatti presentano tutti gli aminoacidi essenziali.


Anche uno noto prodotto della colina è presente: la fosfatidilcolina.

E' un noto fosfolipide il quale si trova in alte quantità all'interno del tuorlo d'uovo, esso è presente nella membrana cellulare di tutte le cellule e ha l'importantissimo compito di regolare la fluidità, l'integrità e la permeabilità della stessa.

Inoltre, ha una funzione epatoprotettiva, funge da antiossidante, ed ha anche un ruolo cardioprotettivo, infatti ha la capacità di innalzare le lipoproteine ad alta densità presenti nel sangue, le cosiddette HDL ("colesterolo buono").

Proprio per questo si crea un ottimo equilibrio tra il colesterolo che si assume mangiando le uova e quello che si "smaltisce", assumendo la fosfatidilcolina presente nelle stesse uova.


Ma veniamo al dunque:

Ultimi studi dimostrano come l'assunzione di fino a 10/12 uova a settimana, su SOGGETTI SANI, non comporta alcun aumento del colesterolo LDL nel sangue, anzi grazie alla fosfatidilcolina e alla presenza di grassi "buoni" (insaturi), riesce proprio ad abbassare le LDL, e ad innalzare le HDL ("colesterolo "buono").


Infatti consiglio a chiunque non soffra di sindrome metabolica o di diabete di non farsi troppe paranoie e di stare tranquilli anche quando in quella determinata settimana si sono mangiate anche fino a 10-12 uova.


A presto!



11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Con il termine ritenzione idrica si indica la trattenuta di liquidi da parte del nostro corpo, i quali non vengono rimossi nel modo corretto. Tantissime persone ne soffrono, chi più e chi meno ma sopr

L'olio d'oliva viene utilizzato a tavola la maggior parte delle volte che si vuole condire il proprio piatto e spesso anche per cucinare, ma siamo sicuri che sia sempre la soluzione migliore? Prima di

Premessa: In questo articolo mi rivolgerò a persona sane, quindi in assenza di qualsiasi patologia. Quante volte a settimana sentite le persone dire che stanno facendo la "dieta" per dimagrire? Oppure